15.06.2021 17:06

Milan a caccia di un grande attaccante per sfatare la maledizione del numero 9

L'ultimo grande ciclo del Milan, che parte dall'ultima stagione in Champions League e arriva fino al fatidico anno del suo ritorno nell'Europa che conta, ha visto la squadra rossonera sempre in difficoltà nel trovare un attaccante da ergere a pilastro della squadra. L'anno prossimo i rossoneri potranno contare ancora su Zlatan Ibrahimovic, già trascinatore in gran parte dell'ultimo anno, ma con l'età che avanza sarà necessario trovare un altro nome in grado di portare sulle spalle il peso dell'attacco del Milan. Ecco perché, con il ritorno in Champions League, si iniziano a osservare possibili acquisti per rinforzare il reparto offensivo. Da Gianluca Scamacca, profilo decisamente low cost rispetto ad altri come Dusan Vlahovic, devastante nel girone di ritorno con la Fiorentina, e Luka Jovic, reduce dal prestito all'Eintracht dopo un anno sfortunato al Real Madrid.

Quella del Milan con i numeri 9, infatti, sembra essere una vera e propria maledizione. Negli ultimi anni il Diavolo non ha avuto tra e sue fila un bomber capace di segnare tanto e di farlo con continuità, senza veder calare i suoi standard dopo una stagione o peggio, qualche mese. Tanti i numeri 9, sulla maglia o semplicemente in campo, che sono passati per Milanello senza riuscire davvero a restare nel tempo. Tra di loro di certo c'è Mario Balotelli, uno di quelli che ha fatto meglio, partito però dopo un anno e mezzo alla volta di Liverpool, per poi tornare qualche stagione dopo in prestito senza lasciare il segno. Per lui un totale di 33 gol il 77 presenze, tanti se rapportati ai numeri di altri giocatori su cui erano riposte grandi speranze, ma che non sono riusciti a soddisfare le aspettative: da Fernando Torres, 10 presenze e una sola prima di tornare a casa all'Atletico Madrid, ad Andre Silva, 10 gol in 41 presenze prima del trasferimento definitivo in Germania, all'Eintracht, dove nell'ultima stagione è riuscito a triplicare il numero di reti messo a segno al Milan. Adesso l'amuleto contro la maledizione potrebbe arrivare dal mercato scrivendo la storia più recente dei rossoneri e sfatando un tabù che dura ormai da troppo tempo.