11.06.2021 16:23

Europei, l’Italia è un tabù per la Turchia: 11 anni dopo quella magia di Conte

I bookmakers favoriscono l'Italia
I bookmakers favoriscono l'Italia

Sette sconfitte e tre pareggi, tra precedenti umilianti e perle rare. La storia della Nazionale turca contro l’Italia non è delle più felici. Nessun effetto sorpresa considerato il livello che ha sempre contraddistinto, bene o male, le due compagini. Ma quantomeno un motivo in più per sperare in un esordio con vittoria c’è.

Ripercorrono e credono nella storia anche i bookmakers che hanno pochi dubbi sulla favorita della vigilia: nella prima giornata del girone A degli Europei, gli azzurri risultano vincenti a 1,55, mentre il primo successo della Turchia contro il tricolore è data a 7,55. Una contesa, quella in programma venerdì 11 giugno, che non può non trovare dei punti in comune con Euro2000. Anche in quel caso si trattò della gara inaugurale della rassegna e anche in quel caso l’Italia partì da grande favorita. L’ex ct della Nazionale, Antonio Conte, la decise in parte grazie una storica sforbiciata a inizio ripresa. Seguirono il pareggio di Okan Buruk e il rigore decisivo del solito Filippo Inzaghi per il 2-1 finale. Quel gol segnato da Buruk è anche l’unico mai realizzato nella partita d'esordio dalla Turchia, che ha sempre iniziato il proprio cammino con un ko.

 

Dal 1980 gli azzurri invece sono stati sconfitti solo una volta alla prima giornata (il 3-0 contro l'Olanda nel 2008). Tornando alle spiacevoli statistiche per i nostri avversari, c’è un altro precedente, piuttosto datato ma troppo roboante per non essere sottolineato: con quattro gol di Alberto Orlando (gli unici con la maglia italiana) e la doppietta di Gianni Rivera, l’Italia dominò per 6-0 nelle qualificazioni europee del 1964.