11.06.2021 19:07

Il Portogallo ritrova l'Ungheria, Cristiano Ronaldo riparte dal pari di cinque anni fa

Cinque anni fa, Cristiano Ronaldo salvava il Portogallo da una sconfitta contro l'Ungheria nella fase a gironi di Euro 2016, sfornando un assist e siglando una doppietta per il 3-3 finale, nella manifestazione che avrebbe poi visto trionfare proprio i lusitani. Nella prima giornata di Euro 2020, i campioni in carica si trovano nuovamente di fronte alla selezione dell'est Europa. Per i bookmaker, la vittoria portoghese è quotata 1,60, mentre è proibitivo il successo dell'Ungheria, a 6,03, con il pari invece fissato a 3,70.

 

Tante cose sono cambiate negli ultimi cinque anni, ma nel Portogallo è ancora Cristiano Ronaldo a indossare la fascia da capitano. All'età di 36 anni, e con un futuro incerto per quanto riguarda il club, CR7 sogna il secondo titolo di fila agli Europei, ancora una volta da trascinatore. Alla rassegna continentale, il cinque volte pallone d'oro arriva dopo una stagione che, se con la Juve è stata altalenante (quarto posto e qualificazione in Champions strappata all'ultima giornata), a livello personale lo ha visto conquistare il titolo di capocannoniere della Serie A con 29 reti segnate. Numeri altissimi per un giocatore che, non più in giovanissima età, ha trascinato più di tutti la sua squadra in un anno difficile, rispondendo sempre presente nei momenti che contavano. Dopo aver spezzato qualsivoglia record della sua nazionale, Ronaldo vuole rendere ancora più altisonanti i numeri con il Portogallo, che fin qui contano 173 presenze e la bellezza di 103 reti. Dati che impressionano anche al di fuori della selezione lusitana, e che nel mondo pochi giocatori sono riusciti a raggiungere in Nazionale. Per Ronaldo, che non ha nulla da dimostrare al mondo del calcio, le possibilità di superare ulteriormente i propri limiti sono concrete, a partire dalla sfida all'Ungheria.