17.06.2015 14:51

Garcia "Nainggolan? Ci conto per prossima stagione"

"Per pressare e andare a prendere palloni dai piedi degli avversari esistono pochi giocatori come lui".

In una lunga intervista rilasciata a France Football, il tecnico della Roma, Rudi Garcia, non ha dubbi: Nadja Nainggolan deve essere una delle pedine fondamentali della sua squadra anche per la prossima stagione.

"E' fortissimo nei duelli e possiede questa capacita' di recuperare palloni e di ripartire sempre in avanti - spiega il mister francese - La sua potenza e' fenomenale e gli permette di essere sempre primo nel recuperare palloni per riprendere velocemente il possesso palla. In partita mette sempre molta intensita'. I suoi marchi di fabbrica sono soprattutto questi: e' un giocatore molto generoso, molto potente fisicamente ed in grado di difendere sempre anche avanzando. Ha un'energia incredibile, sul campo da' sempre tutto, gioca a ritmi elevatissimi: caratteristiche fondamentali per una grande squadra. E' una vera forza della natura, con una mentalita' eccezionale ed il carattere del vincente: e' un leader".

E pazienza che con la sua nazionale, l'ex cagliaritano sia impiegato in un ruolo anche diverso: "E' vero, da qualche partita il Belgio lo utilizza davanti alla difesa. Ovviamente ha qualita' per occupare quella posizione: sa coprire e dare la sicurezza necessaria in quella zona. Ma la cosa e' molto semplice: parliamo di un giocatore completo, a centrocampo puo' giocare ovunque. L'altro giorno ha segnato contro la Francia, anche alla Roma quest'anno ha segnato qualche gol (5 su 46 partite giocate, ndr)".

"Come Verratti a Parigi o Vidal alla Juve e' un giocatore box to box - prosegue l'allenatore giallorosso - un giocatore che si sa proiettare in avanti e che sa inserirsi. Gode della piena liberta' di cui ha bisogno per provare ad esprimere il suo potenziale. Se si gioca a due davanti alla difesa con un giocatore piu' lento ma piu' riflessivo come De Rossi, si ottiene la coppia perfetta. Non si limita al dinamismo e alla grande voglia, e' un giocatore fortissimo tecnicamente, bravissimo anche nell'ultimo passaggio. Inoltre diventa molto interessante quando si ritrova nell'area avversaria vicino alla porta. Se c'e' un campo dove puo' ancora migliorare e' proprio quello: deve trarre vantaggio dal suo tiro e della sua grande capacita' di proiettarsi velocemente in avanti per segnare piu' gol e per fare piu' assist decisivi. Ha una grandissima capacita' di tiro con il destro, ma anche con il sinistro, analizza perfettamente tutto cio' che succede attorno a lui e sa far guadagnare molti metri alla squadra con i suoi passaggi lunghi, trovando la profondita' e la verticalizzazione nell'azione. E' in grado di variare il gioco grazie alla qualita' delle sue diagonali. Ha 27 anni e molta gente lo scopre soltanto oggi - conclude Garcia - ma comunque ha ancora molto talento da esprimere. E' un giocatore su cui conto veramente molto per la prossima stagione".

(ITALPRESS)