13.05.2015 19:23

Benitez "Si mie parole, no cori anti napoletani"

"Dopo 26 anni siamo qua per giocarci una semifinale europea, una cosa importantissima per la nostra societa', pensiamo a questo. Tornando ai fatti di domenica, sono sorpreso che siano riusciti a sentire una frase detta ad ostruzione del calcio italiano, quando invece non hanno sentito i cori contro i napoletani che sono durati per tutta la partita allo stadio Tardini. Detto questo, non voglio piu' parlarne".

Lo ha dichiarato il tecnico del Napoli Rafa Benitez nella conferenza stampa di presentazione della semifinale di ritorno di Europa League tra Dnipro e Napoli in programma domani sera a Kiev. Benitez ha parlato anche dell'episodio incriminato del match d'andata, con il gol in fuorigioco degli ucraini:"Altro che incidente, tutti sappiamo come sia andata realmente. Abbiamo visto benissimo cosa e' successo e cio' ci aiutera'. Un errore di questo genere in semifinale puo' succedere una sola volta, mi aspetto che domani sara' diverso e tutti saranno concentrati per fare il meglio con una gara normale senza strascichi polemici. La possibilita' che ci sia un altro errore arbitrale e' minima, dopo l'errore dell'andata saranno tutti molto concentrati".

>>Clicca qui per seguire la diretta scritta di Dnipro - Napoli<<

"E' ovvio che la mia esperienza e quella dei ragazzi aiutera', ma tutti sanno cosa ci aspettera'. Per quanto riguarda la formazione, non ho ancora deciso, sappiamo piu' o meno chi giochera' ma dobbiamo prima verificare le condizioni di tutti" ha detto ancora Benitez. "Il risultato influira' sul mio futuro? Tutti sapete che devo parlare anche con la mia famiglia, inoltre ho parlato anche con De Laurentiis in questi giorni. Ma ora dobbiamo concentrarci solo sulle partite che ci restano, il mio futuro si vedra' piu' avanti" ha concluso Rafa.

(ITALPRESS)