18.04.2015 09:28

Verratti "Devo tanto ad Ancelotti, e' stato come un padre"

Lo ha lanciato Zdenek Zeman nel Pescara, poi il Psg lo ha strappato alla concorrenza delle italiane (Juventus in primis) e lo ha portato a Parigi ad appena 19 anni.

Marco Verratti in poco tempo e' riuscito a confermare il suo enorme talento e a imporsi nella squadra campione di Francia. Non e' stato facile, soprattutto agli inizi, ma per sua fortuna ha trovato in Carlo Ancelotti la persona giusta come spiega lo stesso centrocampista azzurro in un'intervista a "L'Equipe". "Quando sono arrivato a Parigi ero molto giovane e ho vissuto un momento difficile - ammette Verratti -, ma Ancelotti mi ha aiutato molto sia in campo che fuori, mi ha insegnato come comportarsi e tanto altro, posso dire che e' stato il mio papa' calcistico.

Il mister e' una persona straordinaria, riesce a creare un rapporto speciale con i suoi calciatori". Verratti e Ancelotti hanno lavorato insieme nella stagione 2012-2013, vincendo il campionato francese. Proprio ieri, in un'intervista a "Tiempo Extra" su Es Radio, l'attuale tecnico del Real Madrid aveva elogiato il centrocampista del Psg. "Verratti mi piace molto ma non ho provato a portarlo qui a Madrid. E' un intoccabile al Psg, non e' in vendita ma per me e' il miglior calciatore italiano in circolazione".

(ITALPRESS)