25.03.2015 17:15

Ibra "Francia mi piace, sono al top ma vogliono buttarmi giu'"

"Mi piace giocare in Francia, altrimenti non ci sarei rimasto cosi' a lungo e non avrei rinnovato il contratto. Sono al top, ma c'e' chi vuole farmi cadere da lassu': non succedera', mi piace stare al top ed e' dove staro'".

Dal ritiro della nazionale svedese, Zlatan Ibrahimovic rompe il silenzio e parla di quanto accaduto dopo Bordeaux-Paris Saint Germain, del suo sfogo contro l'arbitro e dell'indignazione di tutta la Francia, definita un Paese di m... nonostante lo svedese abbia subito fatto le sue scuse. "Il problema e' che noi giocatori veniamo puniti, gli arbitri no, veniamo puniti per errori che hanno commesso altri", si lamenta Ibra, che e' stato convocato per il 9 aprile dalla disciplonare francese. L'attaccante del Psg dovra' poi saltare per squalifica l'andata dei quarti di Champions contro il Barcellona, colpa di quel rosso - apparso a molti eccessivo - per l'entrata su Oscar contro il Chelsea.

"Simulare non appartiene al mio mondo, io gioco per vincere - la frecciata al brasiliano dei Blues - Farei di tutto per vincere ma non simulare. Non so se ormai questo faccia parte del calcio ma spero di no".

(ITALPRESS).