16.02.2015 16:38

Torna Europa League con 5 italiane in campo, Ibra sfida Mou

La sosta e' finita, da domani si ricomincia e adesso anche il minimo errore puo' costare caro. Archiviata la fase e gironi, Champions ed Europa League tornano con le sfide a eliminazione diretta. Con la Juventus di scena la prossima settimana, attesa per giovedi' con cinque italiane in campo. L'impegno piu' difficile e' quello che attende la Fiorentina, ospite del Tottenham a White Hart Lane.

Montella ha lasciato a riposo Gomez contro il Sassuolo e ne avra' bisogno, nonostante l'ottimo momento che i viola stanno attraversando. La squadra di Pochettino viaggia a corrente alternata ma ha riposato nel weekend visto che era fuori dalla FA Cup. Le due squadre si affrontano per la prima volta in una gara ufficiale: in precedenza due amichevoli e due successi inglesi (3-0 nel 2001, 3-2 nel 2010) e contro le formazioni italiane, il Tottenham non perde in casa da cinque partite. Meno impegnativa ma non troppo la trasferta dell'Inter, a Glasgow contro il Celtic per la riedizione della finale della Coppa dei Campioni '67, vinta dai Bhoys.

Ma quello era un altro calcio, il Celtic di Deila in Europa fatica mentre i nerazzurri sembrano in ripresa dopo le vittorie su Palermo e Atalanta. Vola invece in Turchia il Napoli, ospite del Trabzonspor. I partenopei sperano di imitare la Juventus, che nella passata stagione elimino' i turchi proprio ai sedicesimi, ed e' probabile che Benitez punti su Higuain visto che il Pipita sara' poi squalificato in campionato. A giocare l'andata in casa saranno invece Roma e Torino. All'Olimpico i giallorossi non vincono ormai da novembre (l'unico successo interno, in Coppa Italia con l'Empoli, e' arrivato solo ai supplementari) e il Feyenoord puo' rivelarsi un brutto cliente. 

La squadra di Rutten viaggia fra alti e bassi in Eredivisie ma in Europa League e' stata fra le piu' convincenti nella prima fase. Per i granata di Ventura, invece, c'e' l'ostacolo Athletic Bilbao, retrocesso dalla Champions dopo aver staccato il pass per la fase a gironi ai danni del Napoli. Il San Mames al ritorno sara' una bolgia, per cui la gara di giovedi' sara' fondamentale per Quagliarella e compagni. Per quanto riguarda gli altri scontri, il piu' interessantge e' quello che mette contro Siviglia e Borussia Moenchengladbach, con i tedeschi in questa stagione imbattuti da otto partite in Europa. Grande equilibrio si annuncia anche fra Wolfsburg e Sporting e fra Psv e Zenit mentre un'altra nobile decaduta dalla Champions, il Liverpool, riceve ad Anfield il Besiktas.

Ma da domani cominciano anche gli ottavi di Champions. Grande attesa per la rivincita fra Paris Saint Germain e Chelsea: la scorsa stagione al Parco dei Principi si impose la squadra di Blanc per 3-1 ma a Stamford Bridge i Blues ribaltarono tutto col 2-0 firmato da Schurrle e Ba. Al ritorno non c'era pero' Ibrahimovic, che invece sara' presente domani, pronto a dare un dispiacere al vecchio amico Mourinho, magari assieme all'altro grande ex della gara, David Luiz.

In Ucraina, invece, il Bayern affronta lo Shakthar di Lucescu. Sfida inedita e bavaresi ovviamente favoriti, specie dopo l'8-0 all'Amburgo di sabato scorso. Mercoledi', invece, sara' la volta del Real Madrid campione in carica, atteso a Gelsenkirchen dallo Schalke di Roberto Di Matteo. Sulla carta non ci sarebbe storia ma i blancos stanno attraversando un periodo poco brillante e Ancelotti e' con l'infermeria piena. A chiudere il quadro la gara del St. Jakob-Park, dove Paulo Sousa spera di regalare ai danni del Porto la prima vittoria al Basilea nella fase a eliminazione diretta di Champions.

(ITALPRESS).