08.02.2015 17:11

La verde Roma torna al successo ed espugna il Sant'Elia

La Roma, seppur bendata e incerottata, guarisce dalla "pareggite" e torna al successo, espugnando per 2-1 il Sant'Elia. Dopo quattro segni x consecutivi, i giallorossi hanno conquistato in terra sarda l'intera posta in palio, grazie all'attento ex di turno Astori e al sicuro De Sanctis.

Sugli scudi, pero', Adem Ljajic, all'ottavo sigillo in questo campionato, autore del gol che ha sbloccato la gara, e il diciottenne Daniele Verde, in scena a causa delle dieci assenze odierne nel team capitolino, gettato nella mischia dal primo minuto nel tridente offensivo, al fianco del bomber serbo e di capitan Totti, in campo per un'ora circa nonostante l'influenza. Non ha brillato comunque la Roma, che ha sofferto, principalmente nella ripresa, l'aggressivita' e la vivacita' del Cagliari, apparso anche oggi "vivo", a dispetto della sempre piu' precaria posizione in classifica.

Nel complesso, i sardi avrebbero meritato almeno un punto ma hanno pagato a caro prezzo la scarsa vena realizzativa dei propri attaccanti, in particolare di Cop, sciupando alcune ghiotte occasioni, prima di capitolare all'85', per via del gol dello 0-2, firmato dal neo entrato Paredes in contropiede (nell'unico sussulto offensivo dei giallorossi del secondo tempo).

Bello, comunque, il match, impreziosito da alcune giocate della giovane Roma di oggi. Lo 0-1 e' stato siglato al 37' da Ljajic, dopo un bel triangolo con Verde, autore di un assist al bacio con "scucchiaiata" in stil Totti. Il raddoppio dei capitolini e' giunto su una ripartenza, grazie a un bel sinistro di Paredes (in campo nella ripresa al posto di Totti), servito nuovamente dall'ispirato Verde. Al 95', infine, la rete della bandiera del Cagliari, firmata dal neo entrato M'Poku (all'esordio in serie A).

Iniezione di fiducia, quindi, per il team di Garcia, in attesa dell'arrivo dalla Coppa d'Africa di Gervinho e del nuovo acquisto Doumbia e del recupero dei diversi infortunati, fra i quali De Rossi, Balzaretti, Castan, Iturbe e Ibarbo. Battuta d'arresto dolorosa, invece, per il Cagliari, che deve quanto prima trovare le giuste soluzioni offensive e una maggiore solidita' difensiva.

(ITALPRESS).