05.02.2015 23:00

Ghana in finale, scontri tra ultras Guinea e polizia

Sara' il Ghana a sfidare la Costa d'Avorio nella finalissima della Coppa d'Africa 2015. Le Black Stars, infatti, hanno superato i padroni di casa della Guinea Equatoriale per 3-0. Ma il match e' stato sporcato dagli incidenti creati dai supporters locali che, non accettando la sconfitta, a 7'43" dalla fine hanno iniziato un fitto lancio di oggetti di tutti i generi verso la tribuna ospitante quello ghanesi.

Per motivi di sicurezza questi sono stati fatti entrare in campo, a ridosso del rettangolo di gioco e poi fuori dallo stadio, dove, pero', c'era quelli della Guinea ad attenderli. Ne sono nati scontri tra le forze dell'ordine e gli ultras locali. Il match e' stato sospeso per circa mezzora, mentre i fans del Ghana sono stati fatti rientrare all'interno dello stadio. Il match e' quindi ripreso ma dal 90', giocando 3' di recupero. Questa la cronaca della partita. Al 41' calcio di rigore per il Ghana. Atsu lancia Appiah che e' letteralmente travolto dal portiere Ovono.

L'arbitro indica il dischetto e mostra il giallo all'estremo difensore della Guinea Equatoriale. Jordan Ayew non sbaglia la trasformazione, spiazzando Ovono. Al 2' di recupero, ancora Atsu protagonista con un lungo contropiede. Quindi dal limite dell'area serve Wakaso che finta su Belima e fulmina Ovono per il 2-0 con il quale in Ghana va al riposo. Alla mezzora della ripresa il Ghana cala il tris. Il solito Atsu lancia Appiah in profondita' che prova a saltare il portiere Ovono, che tocca il pallone ma non lo blocca.

Lo stesso Appiah torna sulla palla e crossa al centro per Andre' Ayew che a porta vuota non puo' fallire il bersaglio. Quindi al 42' l'inizio della follia dei tifosi della Guinea Equatoriale, inferociti per la sconfitta della propria nazionale.

(ITALPRESS).