01.02.2015 17:05

Juventus fermata al Friuli, finisce 0-0 a Udine

Nessun gol e niente allungo. La Juventus non passa al Friuli, finisce 0-0 a Udine e i punti di vantaggio sulla Roma restano 7. Non pochi, ma dopo il pareggio interno di ieri dei giallorossi, Allegri sperava di allungare ulteriormente il passo. I campioni d'Italia non ci sono riusciti perche' Stramaccioni ha disegnato un'Udinese tatticamente perfetta, che ha meritato ampiamente il pareggio.

La squadra di casa ha giocato a testa alta e a viso aperto, senza timori reverenziali nei confronti dei "piu' forti" come li aveva definiti ieri l'ex tecnico dell'Inter. Squadre in campo con lo stesso modulo ed entrambe alle prese con diverse assenze. Allegri, privo di Marchisio e Vidal, torna al 3-5-2 con Pirlo in regia, l'ex Pereyra e Pogba interni, quindi la coppia d'attacco Tevez-Llorente. Tra i friulani (out Domizzi, Pinzi e Badu) Widmer e Gabriel Silva sono glie sterni, Allan il centrale, Guilherme e Bruno Fernandes gli interni, in attacco la coppia Di Natale-Thereau. L'Udinese dimostra subito di essere in partita e al 12' Bruno Fernandes, dopo una splendida azione Allan-Di Natale, non e' fortunato e scivola quando stava per involarsi verso la porta di Buffon. Il portoghese riesce comunque a concludere ma e' larga la sua conclusione. La Juve risponde con Pogba e Tevez, ma i padroni di casa sono attenti ed e' prezioso il lavoro di Allan sia in fase di impostazione che di copertura. La prima della classe soffre le ripartenze friulane, in una di queste Thereau impegna Buffon a pugni chiusi, poi ancora Fernandes non trova la porta sulla respinta. La trova al 28' ma Buffon si distende e devia in angolo.

Poco prima, la prima vera occasione per la Juventus con Llorente che stacca tutto solo in area ma di testa manda di poco fuori da ottima posizione. La squadra di Allegri prova ad alzare i ritmi, Tevez arretra di qualche metro nel tentativo di trovare gli spazi giusti anche per gli inserimenti dei centrocampisti, ma l'Udinese e' bravissima a chiudere ogni varco.

Nessun cambio nella ripresa e Udinese che acquista sempre piu' fiducia creando diversi problemi a una Juve che paga anche la giornata poco brillante dei suoi centrocampisti. Dopo una parata di Buffon sul colpo di testa di Danilo, al 12' si vede finalmente l'ex Pereyra, ma il suo destro, su sponda di Llorente, si stampa sull'incrocio dei pali.

Grande equilibrio, non si gioca per il pari, ma si fa attenzione a non prenderle e di chiare occasioni da gol non se ne vedono. Allegri si gioca la carta Morata (fuori Llorente) che da' un po' di brio all'attacco juventino, ma e' una sensazione che dura poco, perche' l'Udinese trova sempre le soluzioni giuste. Al 39', poi, la grazia Tevez che conclude male di sinistro da ottima posizione. Finisce 0-0, giusto cosi', complimenti all'Udinese, la Juve voleva i tre punti, ma il +7 sulla Roma e' comunque rassicurante.

(ITALPRESS).