"Sensazioni? Sono buone. Lavoro con ragazzi e giocatori molto forti. A Perugia e' stata un'esperienza bella, positiva e mi ha permesso di approcciarmi bene a questo ritiro con l'Udinese". Cosi' Valerio Verre, in conferenza stampa, descrive le emozioni di questo suo inizio di stagione. Il centrocampista e' rientrato all'Udinese Valerio Verre, dopo il prestito al Perugia ed e' stato presentato ufficialmente oggi....
In un'amichevole disputata questa sera ad Atene, l'Udinese di Stefano Colantuono ha battuto 2-1 il Panathinaikos. Le reti sono state realizzate da Bruno Fernandes e nel finale da Aguirre. In mezzo, la rete del momentaneo pareggio di Berg. Esordio dal 1' per il neo arrivo dal Napoli Duvan Zapata nella sfida contro gli ellenici. La rete del vantaggio dei friulani arriva dopo 9' con Bruno Fernandes: il portoghese raccoglie al volo un assist di Ali Adnan e con un pallonetto mette alle spalle del portiere greco Kotsolis. La squadra di casa prova a reagire e sul finire della prima frazione, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, sfiora il pareggio con Wemmer che si ritrova il pallone sul destro ma spara verso la porta di Karnezis. Nella ripresa, Colantuono apporta diversi cambi alla squadra ed al 10' il Panathinaikos perviene al pareggio con lo svedese Berg che non aggancia al meglio un lancio ma riesce comunque a superare Scuffet prima di depositare la sfera a porta vuota. Al 73' la mossa vincente per i friulani: dentro Aguirre per Thereau e l'uruguaiano appena entrato porta in vantaggio l'Udinese con un pallonetto dopo un errore della difesa avversaria. Al 90' il Panathinaikos sfiora il pareggio con Lod, ma la squadra bianconera riesce a portare a casa la vittoria al termine di un'amichevole di prestigio....
Secondo test internazionale per l'Udinese, chiuso con una sconfitta di misura. Dopo lo Schalke 04, i bianconeri affrontano un'altra squadra della Bundesliga, il neo-promosso Ingolstadt che vince grazie alla rete di Gross al 12' della ripresa. L'Udinese parte subito bene. Dopo 2' la prima occasione con Heurtaux che di testa spedisce alto di testa il calcio di punizione pennellato in mezzo da Di Natale. Il primo tiro in porta dell'Ingolstadt arriva dopo 8 minuti su calcio di punizione dai 25 metri: Romo controlla agevolmente la debole conclusione di Wannenwetch. Al 14' grosso pericolo per i bianconeri: Kachunga raccoglie in mezzo all'area un cross di Bauer e di testa colpisce il palo alla destra di Romo. Considerato il gran caldo, al 23' l'arbitro concede il "time out" per permettere ai calciatori di idratarsi. Al 35' l'occasione piu' ghiotta capita sui piedi di Thereau: dalla sinistra ancora un cross di Adnan, Di Natale raccoglie e confeziona un assist per l'attaccante francese che sciupa tutto svirgolando clamorosamente davanti a Nyland. Nella ripresa sia Colantuono che Hasenhuttl cambiano tutto. La gara e' vivace. Dopo 6' palla rubata da Aguirre e tiro di Perica stoppato dalla difesa tedesca. Al 12' l'Ingolstadt passa in vantaggio con una perla di Gross: tiro dalla distanza che si infila sul sul secondo palo, imparabile per Scuffet. I cambi tedeschi sembrano piu' in palla dei titolari e l'Udinese fa fatica ad organizzarsi. Si sente la differenza di preparazione. Non succede piu' nulla, c'e' solo il tempo al 44' per un parapiglia che coinvolge tutti per una punizione in favore dell'Udinese su cui si e' accesa una contestazione sulla posizione della palla. Ci scappa un giallo per Pinzi. Il tiro diretto lo calcia Hallber alto sulla traversa....
"Siamo molto orgogliosi di aver vinto un'asta importante per questo giocatore che seguivamo da tre anni". Con queste parole il direttore sportivo dell'Udinese, Cristiano Giaretta, presenta Edenilson, esterno brasiliano che nella scorsa stagione ha giocato nel Genoa. "Parliamo di un giocatore classe '89 molto importante e che abbiamo preso due finestre di mercato fa. Lui ha fatto grandi cose con il Corinthians in Brasile, vincendo trofei molto importanti; l'anno scorso e' stato uno dei piu' positivi nel Genoa", ha proseguito Giaretta, per nulla preoccupato della concorrenza con Widmer. "Vogliamo migliorare quanto fatto l'anno scorso. La concorrenza positiva stimola e aiuta a crescere. Per questo dobbiamo essere ben coperti in ogni ruolo"....
"A livello di mercato ho visto che abbiamo dei giornalisti, con molta fantasia, che stanno dicendo da giorni che l'Udinese e' ferma: cio' influenza l'opinione pubblica. Questo mi dispiace, perche' quando mi fermano me lo chiedono e allora io dico: 'no son bes'. Facciamo una piccola precisazione: noi abbiamo una squadra che, prima di tutte le altre, ha annunciato il mister, e non e' facile. Abbiamo scelto un allenatore navigato e abile, perche' e' piu' facile fare il Mourinho che l'allenatore di una squadra piu' piccola. Pensiamo di avere una rosa competitiva, con giocatori che l'ultimo anno non hanno avuto il rendimento adeguato e il mister si e' detto volenteroso di valorizzarli. Noi come societa' ci impegniamo a mettere a loro agio i giocatori stranieri ma sappiamo che bisogna anche dar loro tempo. Cambiare tanto per cambiare non vale mai la pena". Lo ha detto, il patron dell'Udinese, Giampaolo Pozzo, nel corso della conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti 2015-2016 del club friulano....
L'Udinese ha reso noto di aver rinnovato "l'accordo economico in essere con l'estremo difensore greco Orestis Karnezis. Il contratto del giocatore bianconero avra' come nuova scadenza il prossimo 30 giugno 2019"....
Ultimi giorni di vacanza, dal 6 luglio parte l'avventura. Stefano Colantuono guarda con fiducia all'inizio della preparazione verso la prossima stagione. "Mi aspetto grandi cose - confessa ai microfoni di Udinese Channel - La struttura dove lavoreremo e' all'avanguardia e ci sono tutti i presupposti per fare bene. Sono felice perche' non capita tutti i giorni l'opportunita' di lavorare in societa' come l'Udinese. Per chi fa questo mestiere ci sono le condizioni ideali. Sono felice e smanioso di cominciare". La preparazione si svolgera' in sede, "avremo tanti giocatori ma questo non mi spaventa. Ci organizzeremo in modo da lavorare con il gruppo diviso in due tranche. Ma questo non e' un problema. Se guardiamo oggi le rose di Serie A, tutti hanno piu' o meno trenta giocatori". Il tecnico dei friulani ha "una idea di gruppo iniziale ma e' chiaro che guardero' tutti. La divisione in due tranche servira' nella prima parte a fare un lavoro fluido e omogeneo. Allo stesso tempo potro' visionare tutti i ragazzi da vicino e vedere chi puo' fare al caso della prima squadra da subito". Colantuono rassicura poi i tifosi sul mercato, sottolineando che "sia la societa' che il sottoscritto abbiamo le idee molto chiare. Sappiamo benissimo che il mercato in Italia, gia' di per se particolare, finisce tardissimo e per questo la fretta puo' essere deleteria. Operazioni che puoi fare tra qualche giorno o qualche settimana magari adesso non sono ancora fattibili. Oppure si chiude un'operazione adesso per poi scoprire dopo due settimane che si poteva fare meglio. Occorre calma e tranquillita'. Il mercato chiude a fine agosto e c'e' tutto il tempo"....
Un anno fa, di questi tempi, lasciava la panchina dell'Udinese per intraprendere una nuova mission da coordinatore delle squadre della famiglia Pozzo. Ma quel progetto e' rimasto sulla carta e adesso Francesco Guidolin e' pronto a rimattersi in gioco in panchina. Lasciare la guida dei bianconeri al termine della stagione 2013-14 "e' stata una mia scelta - spiega il tecnico ai microfoni di 'Tutti Convocati' su Radio24 - Nessuno mi mandava a casa, sono stato io a chiedere di qualcosa di diverso per un periodo, di dare una mano in un altro ambito per provare qualcosa di diverso. Quel progetto poi non e' partito ma ho fatto io la scelta di fermarmi per un anno e poi vedere le situazioni come potevano cambiare. E cosi' e'". Durante questa pausa, Guidolin ha 'studiato'. "Mi e' piaciuto il mini-viaggio a casa Bayern da Guardiola, abbiamo scambiato quattro chiacchiere, ho visto una partita che stava preparando, la preparazione della partita e lo sviluppo della stessa ed erano consequenziali. Vedere gli altri come si muovono e' stato interessante". E tra i tecnici 'studiati' anche Sarri, che molti lo paragonano proprio a Guidolin. "Si e' costruito una carriera senza aiuti, con la sola forza della sua competenza e ha meritato questa chiamata"....
Scusate il ritardo. E' quello che sembra dire Stefano Colantuono, nuovo tecnico dell'Udinese presentato oggi a stampa i tifosi. Il Friuli nel destino per il tecnico romano: i Pozzo, infatti, lo avevano corteggiato la prima volta nell'estate del 2007. "Ma allora c'erano delle situazioni in essere che mi avevano impedito di arrivare in Friuli - ha spiegato - Comunque sono orgoglioso della fiducia della famiglia Pozzo, l'Udinese e' un esempio di societa' organizzata, rappresenta un modello ispiratore per tutti. Quello che posso garantire? Lavoro e ancora lavoro. Dalla mattina alla sera. Per il resto non sono il tipo che lancia proclami anche perche' il calcio e' legato sovente a episodi"....
Stefano Colantuono e' il nuovo allenatore dell'Udinese. Lo rende noto la societa' friulana. Il rapporto con il tecnico avra' inizio a partire dal 1° luglio 2015 e avra' durata biennale. ...
Adesso e' ufficile: Andrea Stramaccioni non sara' il tecnico dell'Udinese nella prossima stagione. Lo ha reso noto la societa' friulana con una nota. "Udinese Calcio comunica che dall'incontro..."....
"Tredici punti in 7 gare, quanti Zeman in 21 partite: valgono la riconferma? Sono contento per quanto fatto in queste ultime partite. I ragazzi hanno creduto di poter finire bene la stagione e hanno dimostrato di avere dei valori importanti"....
Il Cagliari saluta la massima serie (torna in serie B dopo undici anni) con una vittoria, per 4-3, sull'Udinese. Al Sant'Elia sono piovuti dagli spalti fischi per la squadra sarda e per il tecnico Festa......
"Ho detto in passato che per me sarebbe un piacere rimanere alla guida di questa squadra, ma comunque vada a finire non finiro' mai di ringraziare il presidente per l'opportunita' che mi ha dato. Rimarra' sempre un grande rapporto con la societa', ci tengo a sottolinearlo perche' per me e' stata una vetrina importante, ero curioso di constatare come me la sarei cavata a gestire una situazione difficile, a questi livelli". Lo ha detto il tecnico del Cagliari Gianluca Festa, alla vigilia dell'ultimo match di campionato, confermando la sua voglia di rimanere alla guida della squadra isolana anche in serie B. adesso non c'e' tempo per i rimpianti:"Non fanno parte del mio carattere. Si guarda indietro al passato per cercare di capire dove si e' sbagliato, non si vive di quel che e' stato. Diamo tutto per fornire l'opportunita' di mostrare quel che si vale". Alla vigilia di Cagliari-Udinese, ultima partita di campionato, Festa sostiene di "essere motivato, cosi' come lo ero nelle altre partite, e lo stesso discorso vale per i ragazzi. Li ho visti bene in settimana, vogliono finire nel miglior modo possibile. Abbiamo perso l'ultima gara interna contro il Palermo, non vogliamo lasciare questo campionato con una brutta prestazione. Faremo di tutto per vincere, ci sara' impegno massimale da parte di tutti"....
Ultima giornata del campionato di Serie A 2014/2015. Tante gare ormai ininfluenti e tante seconde linee in campo. Ecco le probabili formazioni che dovrebbero venire schierate dai...
"E' stata una partita sempre aperta, in cui nel primo tempo avevamo avuto le occasioni migliori, ma Consigli ha parato alla grande. Nella ripresa ci sono stati altri episodi decisivi come il rigore negato, la palla salvata sulla linea da Cannavaro e il primo gol in serie A di Magnanelli. Quando succedono queste cose vuol dire che ti gira male". Andrea Stramaccioni, ai microfoni di Sky Sport, ha cosi' commentato la sconfitta odierna contro il Sassuolo. E' stato un girone di ritorno sottotono per l'Udinese. "Forse dal punto di vista dei punti, ma la squadra e' cresciuta e puntato su alcuni giovani come Bubnjic, Perica che hanno trovato continuita' in questa fase di campionato. Oggi e' stato bravissimo Simone Scuffet, che e' entrato a freddo a sostituire Karnezis ed e' stato battuto solo dal diagonale Magnanelli". E' stata l'ultima partita di Di Natale al Friuli con la maglia dell'Udinese? "Io spero che Di Natale rimanga, lui sa la stima che ho in lui. Quest'anno le ha giocate tutte. La mia opinione e' che il campione e l'uomo debbano essere rispettati, ma ne parlera' lui con la societa'"....
Eusebio Di Francesco, allenatore del Sassuolo, ha cosi' commentato ai microfoni di Sky Sport la terza vittoria consecutiva della sua squadra. "Nel primo tempo non siamo partiti benissimo, ma nel finale le occasioni piu' importanti le abbiamo create noi, mentre l'Udinese e' stata pericolosa solo sui calci piazzati, tra l'altro mettendo in mostra un ottimo gioco di squadra, lo stesso che abbiamo fatto vedere in tutto il campionato, tranne che in un periodo difficile in cui la squadra e' stata bravissima a tener duro e ad uscire dalle difficolta'. La societa' mi aveva chiesto una salvezza tranquilla e credo che abbiamo superato l'esame a voti alti" ha commentato. "Spesso in questa stagione siamo stati frettolosi o presuntuosi. Per crescere bisogna andare avanti passo dopo passo. Noi siamo giovani, bravi, ma con le idee ben chiare" ha aggiunto il tecnico pescarese. Sul futuro di Zaza e Berardi, Di Francesco ha spiegato: "Sono da Juve, ma in questo momento egoisticamente dico di no. Non si puo' precludere a dei giocatori cosi' la possibilita' di giocare in una grande squadra, ma credo che anche questo passaggio a Sassuolo sia stato importante, per me potrebbero crescere ancora anche qui. Zaza ha attraversato un periodo difficile, ma adesso e' tornato in forma e anche oggi, pur non segnando ha giocato una partita importante. Berardi e' un giocatore eccezionale, molto criticano il suo carattere, ma dovreste vedere come si allena". Mentre sul suo futuro, Di Francesco ha dichiarato: "Sto benissimo a Sassuolo, la societa' piu' vicina a Di Francesco in questo momento e' il Sassuolo. Il resto son solo chiacchiere"....
Grazie ad un gol di Magnanelli nella ripresa, il Sassuolo si impone sull'Udinese di Stramaccioni al termine di una partita molto equilibrata. In quella che potrebbe essere l'ultima partita di Toto' Di Natale ...
"Ci incontreremo la prossima settimana per stabilire quello che sara' il mio futuro ma ci sono grandi possibilita' che io rimanga qui al Sassuolo". Alla vigilia della penultima gara di...
"Dobbiamo vincere per noi e per i tifosi". Andrea Stramaccioni vuole salutare il pubblico bianconero con un successo nell'ultima gara casalinga della stagione contro il Sassuolo. "Vogliamo chiudere bene di fronte ai nostri tifosi con una vittoria. In relazione al periodo dell'anno ci siamo allenati molto intensamente. Il nostro imperativo e' chiudere con una vittoria per chiudere con un bottino piu' alto possibile", ha spiegato Stramaccioni che parla anche di formazione. "Domani giochera' Bubnjic, sta bene e si e' allenato bene. Il rientro di Wague e' importante, ma per un atleta con la sua muscolatura sarebbe un rischio farlo giocare. In queste due partite posso dare continuita' ad alcuni ragazzi che non hanno giocato moltissimo"....
La trentasettesima giornata di Serie A si avvicina ed ecco le probabili formazioni delle dieci sfide in programma, ancora molto viva la lotta per conquistare una qualificazione in Champions League....