04.02.2016 18:25

Empoli: Carli "A giugno sara' dura trattenere certi giocatori"

Resistere alle offerte per i vari gioielli della rosa "sarebbe stato difficile se nella nostra testa ci fosse stata l'idea di cedere qualcuno ma abbiamo tenuto la nostra linea e il presidente ci ha detto che da qui in avanti chi parla di mercato verra' multato. A giugno poi vedremo, sicuramente sara' difficile riuscire a tenere diversi giocatori e li' ci sara' una diversa programmazine".

Marcello Carli, direttore sportivo dell'Empoli, traccia un bilancio della sessione di gennaio dove l'unica cessione eccellente e' stata quella di Barba ("era l'unico giocatore per il quale avremmo preso in considerazione offerte serie anche perche' aveva un anno e mezzo di contratto"), rimandando a fine stagione ogni discorso sugli altri talenti in rosa, da Tonelli a Saponara, quest'ultimo accostato alla Juventus. "Ma non c'e' stato assolutamente niente - chiarisce Carli a proposito dei bianconeri - Abbiamo dei buoni rapporti con la Juve, Riccardo sta facendo bene e penso sia giusto che faccia una carriera importante. La Juve lo segue come tante squadre ma non abbiamo impegni con nessuno, siamo liberi da qualsiasi vincolo".

E per il futuro Carli e' fiducioso: "se avessimo avuto delle risorse importanti avremmo potuto anticipare delle cose ma non c'erano delle condizioni. Ma i giocatori non finiscono mai, tutti gli anni ce ne sono di nuovi, l'importante e' ora fare bene queste 15 partite. Il campionato dell'Empoli comincia oggi, se facciamo un grande girone di ritorno il futuro sara' ancora piu' luminoso". A sostituire Barba, intanto, e' arrivato Lorienzo Ariaudo. "In un posto cosi' non puoi che lavorare bene e sentirti a casa - le prime impressioni del difensore prelevato dal Sassuolo - Appena mi hanno detto della possibilita' di venire qui ho subito accettato, l'Empoli sta facendo un grande campionato". "Ieri ho guardato come si e' mossa la linea difensiva, avro' modo di allenarmi e lavorare bene col mister e con la squadra - aggiunge - Ho lavorato a Cagliari con Lopez che usa gli stessi metodi di Giampaolo e anche al Sassuolo abbiamo un modo di difendere alto che ho ritrovato qui. Certe cose che facevo a Cagliari le devo riprendere un pochino ma penso si possa fare nel piu' breve tempo possibile". Ariaudo arriva in prestito e sulla possibilita' di prolungare la sua esperienza a Empoli non si pronuncia: "Penso a fare bene, quello che succedera' a giugno si vedra', cerchero' di fare il meglio possibile".

(ITALPRESS)