13.12.2015 23:35

Sousa"Juve brava in difesa,noi continuiamo a sognare"

"Non credo che nel secondo siamo scomparsi, stavamo controllando la partita, ma non siamo stati bravi nelle conclusioni". Paulo Sousa non ha visto una Fiorentina timida nella ripresa e difende la sua squadra dopo il 3-1 incassato questa sera allo Juventus Stadium. Il tecnico portoghese, ai microfoni di Mediaset Premium, elogia la Juventus per la capacita' di chiudere gli spazi ai suoi giocatori.

"Non abbiamo concretizzato anche perche' abbiamo trovato tre centrali sempre bravi in chiusura e in copertura, era molto difficile trovare gli spazi giusti, anche i due esterni chiudevano e a volte la Juve difendeva in 5, cosi' siamo andati in difficolta', ma sapevano che loro sono molto forti nella fase difensiva", spiega l'allenatore dei viola che poi rimprovera ai suoi: "la mancanza di un po' di pazienza. In occasione del 2-1 non dovevamo accelerare il gioco, lo abbiamo fatto e abbiamo permesso agli avversari il contropiede che ha portato al loro vantaggio. Abbiamo avuto difficolta' per la qualita' della difesa della Juve, a livello individuale e di reparto".

Anche in occasione dell'1-0, Paulo Sousa ha qualcosa da rimproverare ai suoi. "Abbiamo concesso troppo tempo e spazio a Evra per fare il cross, dovevamo chiudere prima, invece la palla e' arrivata sul secondo palo dove Cuadrado si e' ritrovato solo ed e' stato bravo a far gol". Sconfitta si', ma a testa alta e il 3-1 subito oggi non ridimensiona le "nostre ambizioni che restano le stesse. Torniamo a casa consapevoli della nostra forza, non e' facile giocare in questo stadio con la nostra personalita', ci manca qualcosa e lo sappiamo, ma dobbiamo continuare a dare qualita' al nostro gioco, dobbiamo andare avanti cosi' per competere a questi livelli".

Ai microfoni di Sky Sport approfondice il concetto. "I nostri sogni restano uguali, perche' non e' facile giocare con il carattere che ha messo in campo la mia squadra, sono contento e fiero dei miei. Credo che la squadra piu' matura in assoluto sia la Juve, hanno un modulo chiaro, ricambi importanti durante la partita e anche gara dopo gara, hanno grande qualita' individuale ma anche di reparto. E' stata dura anche contro il Napoli, ma come ho gia' detto come qualito' individuale la Roma e' quella che ne ha di piu'". Il ritorno a Torino, dove ha vinto una Champions League in bianconero, non lo ha lasciato indifferente.

"Rivedere luoghi e persone dove ho vissuto momenti emozionanti e' sempre bello, le emozioni non mancano, ma si resta sempre concentrati su quello che si deve fare. Allenare un giorno alla Juve? Sono felice dove sono - dice ai microfoni di Mediaset Premium -, sono completamente concentrato sulla maglia viola, striamo facendo benissimo e ci stiamo divertendo tantissimo con il nostro gioco".

(ITALPRESS).