13.12.2015 18:04

Mihajlovic "Errori arbitro", Delneri "Pari giusto"

"Abbiamo avuto diverse occasioni da gol nel primo tempo, anche un gol regolare annullato, poi nel secondo tempo ne abbiamo avute altre 2-3 di opportunita' pur essendo in 10. Ricordo un rigore netto su Bonaventura, occasioni per Bonaventura e Bertolacci. Abbiamo preso gol da polli, certo, il rigore e l'espulsione c'erano, ma abbiamo fatto 18 tiri in porta...". Sinisa Mihajlovic e' furioso per l'1-1 con il Verona e per l'arbitraggio di Valeri. "Di cosa stiamo parlando - sottolinea il tecnico del Milan rivedendo le immagini a Premium Sport - non e' la prima volta. Noi qua ci giochiamo la vita: giochi, pareggi e succede quello che deve succedere. Posso anche non parlare di arbitri ma non sono scemo, due gol regolari non te li danno, un rigore netto non te lo danno, cosi' non va bene. Con la societa' non abbiamo parlato, ci si parla in settimana".

Mihajlovic ha scelto un iperoffensivo 4-2-4: "Abbiamo provato di tutto fin qui, i miglioramenti ci sono stati da Napoli a oggi, quello si', in alcune partite potevamo far meglio, pero' comunque rispetto alle prime 7-8 partite la squadra e' migliorata, si cerca di lavorare - spiega -. Per la maggior parte del campionato abbiamo avuto solo due attaccanti, i ragazzi si stanno impegnando, ci stiamo allenando bene. La contestazione dei tifosi la comprendo: e' giusta. Mi dispiace per i tifosi e per la societa'. Il pubblico, finche' le proteste sono civili, e' libero di protestare".

"Il Milan poteva vincere comunque, ha grandi giocatori e qualita' singole: al di la' del rigore dato o non dato, credo che il Verona abbia concesso poco e che il punto sia strameritato". Gigi Delneri e' soddisfatto per il primo punto conquistato sotto la sua gestione e replica cosi' alle proteste del Milan per l'arbitraggio di Valeri. Anzi, ribatte: "C'era un rigore su Toni, il gesto della maglia tirata da Alex c'e' - spiega ai microfoni di Premium Sport -. Mi pare rigore netto, potevano darlo, al di la' del fatto che Toni e' bello grosso. Mihajlovic? Evidentemente dopo aver visto qualcosa in tv si puo' arrivare all'idea di un Milan svantaggiato, ma posso dire che tra oggi e il match con l'Empoli l'Hellas avrebbe dovuto avere 4 punti".

Quello conquistato a San Siro e' comunque un pareggio che da' fiducia "perche' da' credibilita' a quello che stiamo facendo: il cammino e' lungo e non sara' a gennaio o dopo Natale, dobbiamo arrivare ad aprile agganciati a chi ci sta davanti, poi si vedra'. Io non faccio calcoli, con la Sampdoria ho fatto 41 punti nel girone di ritorno, il tempo c'e' sempre, bisogna giocare per vincere, dobbiamo riagganciare e stare vicini a chi c'e' vicino, abbiamo tutti gli scontri diretti in casa, il pubblico dell'Hellas e' il 12esimo uomo in campo. Speriamo di fare qualche punto da qui a Natale, la squadra puo' ottenerli contro qualsiasi squadra".

(ITALPRESS).