25.10.2015 23:24

Serie A: Sarri "Scudetto resta una bestemmia"

"Noi pensavamo solo a stasera, sapevamo che questa era una partita difficilissima contro una squadra che ha dinamismo, fisicita', qui soffriranno tutti. Per vincere abbiamo dovuto fare una buona partita, con grande applicazione, all'inizio siamo stati sfortunati perche' abbiamo preso due pali e abbiamo sbagliato occasioni facili, ma abbiamo fatto bene a livello caratteriale, altrimenti sarebbe stato difficile uscire con la vittoria.

Lo scudetto? Per me continua a essere una bestemmia, noi veniamo da un quinto posto, parlate alla Roma di scudetto, noi siamo in un un gruppo di squadre molto numeroso, lasciamo tutto invariato e pensiamo a mercoledi', dopo una partita cosi' dura non sara' facile giocare contro una squadra che ha 24 ore di riposo in piu' e non mi sembra neanche giusto". Maurizio Sarri frena sulle ambizioni del Napoli, secondo con Inter, Fiorentina e Lazio a -2 dalla Roma, e non riesce a sorridere pensando al tour de force che aspetta la sua squadra.

"Affronteremo il Palermo, una squadra che in 72 ore ha 24 ore di riposo in piu', il 33% - sottolinea ai microfoni di Premium Calcio -. Domenica, invece, alla terza partita in sei giorni e mezzo affronteremo chi affronta 3 partite in 8 giorni (il Genoa, ndr). Non c'e' stata attenzione, non giochiamo mai in posticipo se non una volta dopo l'Europa League, nessuno pero' poi si lamenti del ranking Uefa per le squadre che fanno l'Europa League se il calendario e' questo". Sarri proprio la parola scudetto non vuole sentirla nominare: "Il nostro obeittivo e' mercoledi', chi la pensa diversamente non entri neanche nello spogliatoio. I risultati - continua - dimostrano che stiamo passando un buon periodo, e' positivo ma replicare questo periodo in 10 mesi di campionato e' altro discorso e nessuno sa se avremo questa forza. Dobbiamo solo pensare a mercoledi'".

Tanti impegni, ma "io non ho mai creduto a un turnover scientifico o deciso a inizio mese. Mi fido molto delle sensazioni e dei ragazzi che mi raccontano come stanno. Domattina - sottolinea l'ex tecnico dell'Empoli - andiamo in campo, martedi' avremo le idee piu' chiare, puo' darsi che dovremo sbagliare qualcosa alla luce di quanto detto. Evidentemente e' stato sbagliato qualcosa a livello di calendario, sono sbagliate le date dell'infrasettimanale, e hanno sbagliato a far giocare il Palermo un giorno prima di noi".

Al Bentegodi ha deciso ancora una volta Higuain: "Ha delle qualita' immense, ha fatto un gol che e' nelle sue corde. Secondo me - conclude Sarri - e' all'80-90% delle sue possibilita', se tira fuori ancora qualcosina e' un crack a livello mondiale".

(ITALPRESS)