06.10.2015 14:08

Quagliarella "Ventura mi ha dato fiducia enorme"

"E' sempre un onore per chiunque essere convocato, ho accettato con grande entusiasmo sapendo benissimo quello che vuole Conte: mi ha allenato tre anni e sotto questo punto di vista sono avvantaggiato". Cosi' Fabio Quagliarella, tornato in Nazionale in vista del doppio appuntamento per le qualificazioni europee contro Azerbaigian e Norvegia, voluto dal ct Antonio Conte che lo ha avuto alla Juventus.

"Nell'ultimo anno Ventura mi ha dato una fiducia enorme - spiega l'attaccante del Torino in conferenza stampa a Coverciano - e mi sta dando quella possibilita' di mettermi in mostra e far si' che il ct mi tenga in considerazione". Nel suo passato, non sempre esperienze positive: "Forse nelle grandi sono arrivato in un momento sbagliato, forse alcuni allenatori non credevano ciecamente in me, ma questo fa parte di un ciclo che ha ogni calciatore".

Su Lorenzo Insigne: "Scomodare Maradona e' troppo, gli si mette troppa pressione: e' giusto che faccia Insigne, che e' e sara' la bandiera del Napoli. Siamo in camera insieme e gli ho detto di tenere duro sino alla fine", ha rivelato la punta granata, ex Napoli, sicuro dunque che la squadra di Sarri abbia le chance per vincere lo scudetto.

Sulla chiamata di Conte: "La scelta e' caduta su di me in base alle prime sette giornate di campionato, positive per me ed il Torino. Anche l'anno scorso ero stato contattato ma non sono potuto venire per gli infortuni". Sull'Azerbaigian: "Non perde da quattro partite, e' tosta, non sara' una passeggiata ma una battaglia e se vinciamo otterremo il pass per gli Europei".

(ITALPRESS)