24.07.2015 09:37

Palermo: Iachini "Felice se Zamparini venisse in panchina"

"Ci siamo ringiovaniti e non sappiamo chi saremo se non alla fine del mercato. Il primo obiettivo resta la salvezza, ma togliersi soddisfazioni e' bello". Al terzo anno di fila sulla panchina del Palermo, Giuseppe Iachini preferisce non alzare troppo l'asticella dei traguardi, anche perche', al momento, la sua rosa a disposizione nel ritiro in Val Camonica manca almeno di un difensore e del sostituto di Dybala, finito alla Juventus.

"Parlare di sostituto di Dybala mi sembra eccessivo - spiega il mister rosanero in una intervista a 'La Gazzetta dello Sport' - Sarebbe troppo pesante l'eredita' per chiunque. Quando arriveranno i nuovi, li faremo inserire". Considerati Araujo e Defrel "ottimi giocatori" e Belotti "incedibile", Iachini crede nella definitiva esplosione di Vazquez, definendo la Juventus ancora inavvicinabile e la Roma in grado di lottare per lo scudetto.

Con il presidente Maurizio Zamparini, assicura Iachini, "c'e' un rapporto schietto: e' giusto che venga informato delle vicende della squadra, ma e' giusto che sia io a valutare le condizioni di chi va in campo. Se ho rischiato mai l'esonero? Forse l'anno scorso dopo il 3-0 di Empoli. Ma e' stato bravo il presidente a portare la squadra in ritiro vicino casa sua. Se mi chiedesse di venire in panchina con me non ci sarebbe problema, sarei felice, Ma non lo fa, perche' fa gia' fatica a vedere il primo tempo...".

(ITALPRESS)