21.07.2015 14:10

Roma: Perle Pjanic-Ljajic ma arriva ko ai rigori con Mancity

I rigori stavolta non sorridono ma la Roma c'e'. Dopo la vittoria con il Real Madrid, Totti e compagni si arrendono dal dischetto al Manchester City ma i 90' appena conclusi sul 2-2 avevano mostrato una squadra compatta e, specie nel primo tempo, anche pericolosa, oltre che capace di rimontare per ben due volte i vicecampioni d'Inghilterra con due perle di Pjanic e Ljajic.

Al Melbourne Ground Ticket, in un match valido per l'International Champions Cup, avvio shock per la Roma, subito sotto per il gol di Sterling, alla prima con i Citizens: Romagnoli, al centro di vicende di mercato (lo vuole il Milan), tiene in gioco l'ex Liverpool che non sbaglia davanti a De Sanctis. Il City, con Dzeko e Jovetic - inseguiti proprio da Roma e Inter - in panchina per 90', si appoggia sullo scatenato Sterling (Manolas rischia il rigore), ma subisce il pari al primo assalto: splendido destro di Pjanic dai 27 metri, nulla da fare per Caballero. L'1-1 risveglia la Roma, che con Torosidis, Florenzi, Totti, Gervinho e De Rossi sfiora il vantaggio prima dell'intervallo.

Nella ripresa tantissimi cambi, Ljajic centra l'esterno della rete, poi arriva la follia di Cole. L'ex Chelsea si concede un retropassaggio suicida sul quale Iheanacho si fa trovare pronto: ManCity di nuovo avanti. La Roma, con Destro, Iago e Doumbia in avanti, si addormenta e Marcos Lopez esalta i riflessi di De Sanctis. La Roma sembra incapace di rialzare la testa ma a 3' dal termine una splendida punizione di Ljajic fredda Hart e manda la partita ai rigori nonostante il sinistro di Toure' metta i brividi a Lobont. Dal dischetto Kolarov spara alle stelle, Doumbia con lo scavetto non sorprende Hart e allora si va a oltranza: Horsfield segna, Keita no e il City vince. Ma Garcia puo' ritenersi soddisfatto.

(ITALPRESS)