08.07.2015 19:06

Ferrero "Okaka vuole andar via, Pazzini?Al momento no"

"Okaka se vuole e' ben gradito, ma credo che lui voglia cambiare aria e i giocatori vanno dove li porta il portafoglio, non dove li porta il cuore come me. Abbiamo preso Fernando, e' un grande colpo e se l'abbiamo comprato vuol dire che e' un giocatore che mi piace tanto. Cassano? Il suo nemico e' se stesso. Pazzini sicuramente, almeno per ora, non viene". Lo ha detto il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, parlando a Firenze a margine della presentazione del suo libro 'Una vita al massimo'.

"Siamo pronti per fare un grande campionato e una grande Europa League - ha aggiunto il numero uno doriano -. La licenza Uefa l'abbiamo presa noi e per fortuna perche' pur avendo ad un certo punto del campionato 11 punti di vantaggio sul Genoa, abbiamo iniziato a farla fuori dal vaso e la stavamo perdendo. La nostra e' una societa' sana, il Genoa ha dei problemi e ci siamo qualificati noi. Non ci siamo qualificati sul campo ma l'anno prossimo la conquisteremo li' la qualificazione. Nella Sampdoria c'e' un ottimo clima perche' noi dagli attacchi, dalle cose brutte che ci fanno e dal male tiriamo sempre fuori un bene".

Il presidente della Sampdoria ha parlato anche della situazione del calcio italiano fra societa' indebitate e scandali. "L'allarme di Tavecchio sul calcio italiano? Io non l'ho sentito e quindi non lo commento - ha aggiunto Ferrero -. Il calcio puo' recuperare una dimensione umana. Non dobbiamo fare di tutto un'erba un fascio, questo sport fatto con i giusti valori e le giuste regole, non puo' che essere propedeutico per i nostri ragazzi".

"I presidenti che si danno alla politica? Io non sono neanche buono a fare il calcio, figuriamoci se decidessi di buttarmi in politica. Ognuno fa cio' che gli pare", scherza Ferrero che poi conclude con un giudizio sui nuovi allenatori di Fiorentina e Milan, entrambi in qualche modo legati alla Sampdoria. "Paulo Sousa l'ho incontrato, e' una grande persona ma professa un calcio che a me non piace e quindi l'ho lasciato alla Fiorentina. Mihajlovic e' andato a fare la sua esperienza a Milano, e' un grande allenatore, gli voglio bene ma mi piacerebbe fargli due gol con la mia Samp quando lo incontreremo".

(ITALPRESS)