05.06.2015 22:38

Play-Off, tra Pescara e Bologna finisce senza reti

Tutto come voleva Delio Rossi, contro il Pescara dell'allievo Massimo Oddo finisce senza gol. Uno 0-0 che avvantaggia il Bologna, soprattutto perche' strappato in trasferta allo stadio Adriatico, cosa che aumenta le possibilita' dei felsinei di raggiungere Carpi e Frosinone in Serie A in vista del ritorno.

Tutto rimandato a martedi' al Dall'Ara, dove al Bologna bastera' anche ripetere solo il copione di questa sera: iniziativa concessa al Pescara, ma grande spirito di sacrificio in difesa (mezza squadra chiude il match con i crampi) e pochi rischi effettivi.

Uno solo, quello al 19' quando salta la prima marcatura su Melchiorri e arriva il palo per gli abruzzesi. Una gara che il Pescara ha condotto e provato piu' volte a sbloccare, anche in virtu' della peggior posizione in classifica che in caso di doppio pareggio premierebbe proprio la squadra emiliana. E' anche per questo che Delio Rossi schiera un Bologna quadrato e molto difensivo. Ma dopo aver regalato un intero primo tempo ai padroni di casa, nella ripresa la sua squadra si fa pericolosa andando piu' volte vicina al gol con Mancosu. La prima palla gol e' proprio per il Bologna al 7', che in contropiede arriva a servire Laribi. Tiro di prima dal limite e palla alta. Gli adriatici rispondono subito: Melciorri non approfitta di un'uscita di Da Costa fuori area, la palla finisce a Bjarnason che pero' perde l'occasione giusta per indirizzare in rete.

Al 13' proteste pescaresi per un tocco di mano di Casarini in area, il rigore ci sta ma Gavilucci non vede e si prosegue. La gara si fa equilibrata, al 34' prova a cambiare ritmo Caprari approfittando di un rimpallo che lo manda in porta ma la mira e' totalmente fuori misura. Il Bologna prosegue nella filosofia del contenimento per poi ripartire con lanci lunghi a pescare Laribi. Al 44' l'ex Latina prova dal limite, rasoiata forte ma centrale. Nella ripresa il copione non cambia, tanto piu' che al 4' il Bologna perde Matuzalem (al suo posto Bessa) per infortunio. Poco dopo pero' Mancosu riesce a liberarsi per la prima volta e fa capire che con un minimo di spazio in piu' sa essere pericolosissimo sfiorando il palo. Al 13' Oddo perde Salamon in difesa (al suo posto Pucino; esce anche Caprari per Pasquato) e il Bologna prende coraggio con Laribi che fallisce in diagonale. Ma e' sempre il Pescara a fare la gara e al 19' ha la sua occasione piu' ghiotta: cross da sinistra di Pasquato, colpo di testa (sporcato con la spalla) di Melchiorri che si stampa sull'incrocio.

Al 25' gran destro di Pasquato da 30' e palla che sfiora l'incrocio. Ultimo quarto d'ora caotico, al 30' Laribi calcia e spunta un altro colpo di mani in area ma anche stavolta Gavilluci sorvola e pareggia il conto dei rigori negati. Finisce con il Pescara riversato nella meta' campo del Bologna e con i rossoblu (con un Cacia in piu') che in contropiede, con Sansone, per poco non trovano il clamoroso gol vittoria. Per la Serie A, tutto rimandato a martedi'.

(ITALPRESS)