24.05.2015 23:18

Inzaghi "Spero di continuare, ho tanto da dare"

"Noi allenatori possiamo inventarci di tutto ma i rimpianti devono averli i giocatori, sono loro che fanno la differenza, si e' visto anche stasera". Filippo Inzaghi e' soddisfatto del 3-0 inflitto dal Milan al Torino in quella che potrebbe essere la sua ultima apparizione da mister rossonero al 'Meazza'.

"La maggior recriminazione e' che recuperiamo adesso, a campionato finito, giocatori importanti come El Shaarawy o Montolivo - spiega SuperPippo a Sky - pero' sono contento di questo ragazzi perche', nonostante le difficolta', ho sempre sentito la squadra in pugno. A parte Udine, questa squadra ha sempre dato il cuore: queste sono le basi per ripartire, mi auguro di esserci io anche l'anno prossimo. Ho un contratto, spero di andare avanti perche' ho tanto da dare, pero' sara' la societa' a decidere. Mi auguro di continuare, se mi daranno tempo sono convinto di ripotare il Milan dove e' stato: non si puo' fare tutto in pochi mesi ma c'e' una buona base per lavorare e ripartire".

Berlusconi ha pero' detto pubblicamente che vorrebbe di nuovo Ancelotti: "Le parole di Berlusconi non si commentano, si ascoltano, a me non e' stato detto niente se non di continuare. Ancelotti? Ci sentiamo spesso, poco nell'ultimo periodo, ma e' normale che si pensi ad un'alternativa al sottoscritto". Per il futuro del Milan, Inzaghi sottolinea che "non vedrei tutto cosi' nero, qualche innesto ci vorra' ma ci sono le basi per tornare ad essere una grande squadra".

(ITALPRESS)