24.05.2015 17:13

Pareggio Chievo-Atalanta, in gol Gomez e Pellissier

L'Atalanta, seppur in formazione largamente rimaneggiata, ha conquistato un altro pareggio esterno, per 1-1, sul campo di un Chievo spento per circa 60 minuti e reattivo nell'ultima mezzora.

I giocatori di Edy Reja sono apparsi, fin dalle prime battute, piu' pronti rispetto agli avversari; quelli allenati da Rolando Maran, invece, sono sembrati fin troppo molli in avvio, prima di raddrizzare la gara nel finale. Gli uomini decisivi sono stati: da una parte il Papu Gomez, in gol a inizio ripresa con un destro violento, dopo aver rubato palla all'addormentato Zukanovic; dall'altra il solito Pellissier, in campo negli ultimi 20 minuti e a segno di testa da due passi (tipica rete di rapina) sugli sviluppi di un corner.

Nei padroni di casa, orfani degli indisponibili Gamberini, Mattiello ed Hetemaj, il tecnico Maran ha optato per il collaudato 4-4-2, dando spazio in avvio a Frey, Dainelli, Cesar e Zukanovic, schierati davanti a Bizzarri; a Schelotto, Izco, Radovanovic e Birsa, posizionati a centrocampo; con il duo Paloschi-Meggiorini in avanti.

Negli ospiti, privi degli squalificati Denis, Migliaccio, Carmona e Pinilla e degli infortunati Raimondi ed Estigarribia, l'esperto Reja ha puntato su un camaleontico 4-3-3, mandando in campo inizialmente Zappacosta, Benalouane, Masiello e Del Grosso a protezione di Sportiello; Grassi, Cigarini e Baselli lungo la linea mediana; con Moralez, Boakye e Gomez in attacco. Sul taccuino, oltre ai gol, per l'Atalanta, due tiri insidiosi di Schelotto in apertura (all'11' e al 16'), bloccati entrambi da Sportiello, e un sinistro di Gomez sulla traversa (alla mezzora).

Per il Chievo, invece, alcune proteste per un contastto in area fra Benaulane e Meggiorini (al 61') e diversi dubbi su un fuorigioco fischiato a Paloschi (al 65'), conditi da una bella parata di Bizzarri sullo stesso attaccante clivense (al 58') e un "quasi autogol" di Benalouane (all'88').Giusto nel complesso il risultato finale.

(ITALPRESS)