21.05.2015 18:20

Lnd: Consiglio direttivo sfiducia Belloli per frase omofoba

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ha sfiduciato il presidente, Felice Belloli, dopo che questi aveva rimesso il proprio mandato allo stesso Consiglio a seguito della frase dei giorni scorsi sul calcio femminile.

"Nella verifica generale c'e' l'unanimita', anche se con alcuni insignificanti distinguo" ha detto il presidente del Comitato regionale Campania di Lega Nazionale Dilettanti, Vincenzo Pastore, commentando il voto di sfiducia. Tra i principali oppositori di Belloli alle ultime elezioni di novembre, Pastore spiega: "Se sono soddisfatto? E' un termine inappropriato, dire soddisfatto in una vicenda del genere e' al di fuori di ogni fatto umano. Il mio volto oggi non e' felice, e' di chi si rende conto che non c'era altra soluzione. Perche' eravamo sottoposti ad un sacrosanto massacro mediatico. Abbiamo battuto tutti i record, sei mesi di presidenza non e' mai un successo. Ma gli 'io l'avevo detto' li lasciamo ai bambini. Noi avevamo costituito un gruppo di minoranza, che aspirava a modificare le cose".

Quanto all'intervento di Belloli prima di rimettere il suo mandato al Consiglio, Pastore ha raccontato: "Belloli ha confermato di non aver detto quelle frasi e poi se ne e' andato. Quindi io ho anche proposto che, se Belloli poi dovesse risultare innocente, il nuovo presidente dovra' avere il coraggio civile di dire restituiamogli la carica. Se si puo' fare? Certo che si puo' fare, e' una questione politica".

(ITALPRESS)