20.05.2015 23:39

Allegri "fatto grandi cose, ora terza coppa"

"Quanto fatto finora dai ragazzi e' tanto, ora vediamo se riusciamo a vincere la terza...". Lo ha detto il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri dopo la vittoria della Coppa Italia sulla Lazio che ha permesso ai bianconeri di fare "double", in attesa della finale di Champions League.

"La Lazio ha fatto una grande gara, degna di una finale, sapevamo che la finale sarebbe stata diversa dal campionato -ha detto Allegri a Raisport-. Bravi loro e noi, loro sfortunati nel doppio palo, noi fortunati nel segnare. Il mio e' un gruppo straordinario, sta bene fisicamente, adesso abbiamo un po' di tempo per preparare la finale di Champions e vedremo cosa si riuscira' a fare" ha commentato il tecnico bianconero. "Nel primo tempo loro hanno corso molto, poi sono calati, noi abbiamo fatto meglio, forse dovevamo essere piu' lucidi, ma la gara e' stata in equilibrio, era difficile da vincere, ma abbiamo fatto il possibile contro un'ottima Lazio".

Soddisfazione espressa anche dal capitano di stasera Giorgio Chiellini. "E' un traguardo storico, mancava da vent'anni, l'abbiamo voluta tanto e ce la godiamo. Oggi abbiamo fatto una grandissima partita, era molto difficile e lo sapevamo - dice ai microfoni di Rai Sport - Affrontavamo una squadra che sta bene e che aveva tanta voglia di vincere, che ci ha messo in difficolta'. Ma siamo stati bravi a non mollare mai, a restare uniti, a lottare, e abbiamo sempre giocatori che ci possono risolvere la partita". Questa Juventus non si stanca mai di vincere. "C'e' sempre voglia di migliorarci, questo gruppo si automotiva, ci aiutiamo a vicenda a portare nuovi stimoli per stare al top", aggiunge Chiellini, che oggi con Barzagli e Bonucci e' stato messo alla prova da Candreva e Felipe Anderson: un bel test in vista di Berlino. "Ci hanno allenato bene, ci hanno fatto correre tanto, sono grandi giocatori - chiosa Chiellini - Ma la finale di Champions e' lontana, lasciateci godere questa coppa che aspettavamo da tanto e meritiamo di festeggiarla".

(ITALPRESS)