25.04.2015 18:07

Serie B: Frosinone rimanda festa Carpi, Vicenza secondo

Una rete di Blanchard dopo 9' condanna il Carpi a rimandare la festa promozione almeno di 72 ore.

Il Frosinone (ora terzo della classe), ha infatti la meglio sulla capolista che potrebbe comunque esultare gia' martedi' nel turno infrasettimanale quando giochera' davanti al proprio pubblico contro il Bari. "Abbiamo sfruttato al meglio una palla inattiva, poi il Carpi ci ha impegnato, ma sono felicissimo di questi tre punti" le parole di Stellone alla fine del match. Meno soddisfatto mister Castori, che comunque non si scoraggia:"Non abbiamo avuto il giusto approccio al match, siamo stati un po' blandi. Abbiamo perso, non ne facciamo un dramma". Il terzo 1-0 di fila, intanto, permette al Vicenza di portarsi al secondo posto che significherebbe promozione. Un colpo di testa di Brighenti ad inizio di ripresa ha deciso il match contro il Varese, ma il tecnico Marino conosce benissimo le insidie considerando che ci sono tre squadre in due punti (Vicenza 62, Frosinone 61, Bologna 60) per il piazzamento d'onore che regala la A diretta.

"Abbiamo tutti le stesse possibilita', sappiamo quanto sia difficile adesso piu' di prima" le parole del tecnico dei berici. Subito dietro ne approfittano per scalare posizioni Pescara e Spezia, mentre "steccano" non andando oltre un pareggio casalingo davanti al proprio pubblico Perugia e Avellino. Gli abruzzesi vincono di misura e non senza polemiche il derby in casa della Virtus Lanciano grazie ad una rete di Bjarnason sulla quale ci sono state molte proteste per un fallo precedente. Lo Spezia fa valare la maggiore motivazione contro il Trapani e conquista tre punti che permettono alla squadra di Bjelica di restare con merito dentro i play-off. Catellani su rigore apre le marcature, Kvrsic raddoppia, nel finale doppietta di Catellani che firma cosi' 14^ e 15^ centro stagionale. L'Avellino, in casa contro l'Entella guidata per la prima volta da Aglietti, passa in vantaggio con Pisacane nella ripresa e si fa rimontare nel finale da Cutolo; il Perugia, nello scontro play-off con il Livorno, va sotto subendo la rete di Jelenic, ma rimedia nel finale con una punizione di Fabinho. "Nel secondo tempo abbiamo fatto la gara che dovevamo fare, meritavamo il pareggio" ha spiegato al termine Camplone, mentre Panucci si dice convinto di centrare i play-off anche se oggi il suo Livorno sarebbe fuori. "Ci siamo anche noi, vogliamo dire la nostra fino alla fine e penso che ce la faremo" le parole dell'ex difensore di Roma e Milan. Bel passo avanti in chiave salvezza per il Modena che regola nettamente il Crotone. Emiliani in vantaggio con Garritano, arrotondano con Cionek e nella ripresa con Granoche su rigore (rosso a Cremonesi nell'occasione). I calabresi restano sulla graticola. Pareggio senza reti tra Brescia e Cittadella con le rondinelle che in undici contro dieci non riescono a vincere per cercare di risalire la china e pari 1-1 tra Pro Vercelli e Latina. I pontini coltivano il sogno vittoria dopo la rete di Brosco, ma nel finale sono raggiunti dai padroni di casa con Coly.

(ITALPRESS)