15.04.2015 22:46

CL: Porto-Bayern Monaco 3-1, Quaresma trascinatore

Una serie di clamorosi errori difensivi fanno tremare il Bayern di Guardiola, che subisce la veemenza del Porto (3-1 il finale) e solo grazie ad una rete di Thiago Alcantara riesce a mantenere vive le sue speranze di accedere alle semifinali di Champions League.

Avvio shock per i tedeschi, che dopo appena quattro minuti di gioco si trovano subito sotto di un gol. Alonso cincischia con il pallone fuori dalla propria area in posizione da ultimo uomo, Jackson Martinez, al rientro dopo un mese e mezzo di assenza per infortunio, gli ruba palla e si presenta a tu per tu con Neuer, che in uscita lo tocca. Velasco Carrasco non ha dubbi e concede il calcio di rigore, graziando il portiere tedesco con un cartellino giallo invece del rosso. Si incarica del penalty l'ex interista Quaresma che non sbaglia.

I tedeschi rispondono con Lewandowski, che di testa sfiora la traversa, ma al 10' un altro errore tedesco, questa volta di Dante, apre un'autostrada nuovamente al "Trivela", il quale si invola verso Neuer e lo batte con l'esterno sinistro in uscita. Irriconoscibile il Bayern, che nel primo tempo sembra spaesato, mentre gli uomini di Lopetegui giocano sospinti da una grande carica agonistica, dall'entusiasmo del loro pubblico e dai numeri di un ispiratissimo Quaresma. A rilanciare il Bayern Monaco ci pensa Thiago Alcantara, che approfitta di un ottimo cross dalla destra di Boateng, velo di Gotze e l'ex Barcellona realizza la sua prima rete in Champions League. Nel primo tempo il Porto riesce anche a colpire una traversa con un tiro-cross di Alex Sandro deviato sul legno dal portiere della Nazionale Campione del Mondo.

Proprio l'estremo difensore tedesco, in questa partita non impeccabile, si supera pero' ad inizio ripresa su di una conclusione di Herrera deviata da Boateng da due passi, deviando in corner. Alla fiera degli errori difensivi del Bayern partecipa anche Jerome Boateng, che su di un lancio dalle retrovie salta fuori tempo, consentendo a Martinez di stoppare e di presentarsi a tu per tu con Neuer, per poi batterlo con un bel diagonale che vale il 3 a 1. Un Bayern irriconoscibile, che paga sicuramente le assenze di Robben, Ribery e Schweinsteiger, ma che dovra' compiere l'impresa all'Allianz Arena per passare il turno.

(ITALPRESS).