26.03.2015 15:56

Nazionale: Bonucci "Difesa Juve piu' forte d'Europa"

"Il tempo a nostra disposizione non e' abbastanza per studiare bene la Bulgaria ma lo stiamo sfruttando al massimo sia sul campo che con i video. La nostra mentalita' e' sempre quella di proporre il nostro gioco ed una volta persa palla pressare possibilmente alti anche se nei video abbiamo visto che le loro ripartenze possono fare male quindi ci sara' massima aggressione nella meta' campo avversaria e tanta attenzione alla fase difensiva".

Sara' una Nazionale italiana a forte tinte bianconere quella che sabato sera a Sofia affrontera' la Bulgaria in una sfida valida per le qualificazioni ad Euro 2016, a cominciare dalla difesa composta da Buffon, Barzagli, Chiellini e Bonucci.

"Non vorrei tirarmela ma i numeri dicono che noi quattro rappresentiamo la difesa piu' forte d'Europa - ha aggiunto il centrale difensivo bianconero - Alla fine sono i numeri che parlano nel calcio. In questo momento fortunatamente abbiamo ritrovato un grandissimo calciatore come Barzagli e penso che questo sia un valore aggiunto ed una carta in piu' della quale possono disporre sia Conte che Allegri. La preparazione alle partite del mister e' maniacale dei dettagli. Sul campo proviamo giocate memorizzate e nei video cerchiamo di rivedere quello che facciamo durante gli allenamenti per migliorare e poi soprattutto studiamo gli avversari per vedere dove far male e dove non doverci fare male. Dopo quattro mesi e' come se il tempo si fosse fermato perche' quello che ci aveva lasciato dopo Italia-Albania, il suo credo calcistico, lo abbiamo ritrovato al primo giorno tanto che ci ha messo subito davanti al video per mostrarci quello che avevamo fatto nella gara contro la Croazia e con l'Albania. Anche alla Juventus non passava un giorno in cui non vedevamo un video".

In conferenza stampa anche l'esterno del Torino Matteo Darmian:"Quest'estate c'e' stato un cambiamento: mister Conte ha portato le sue idee dal punto di vista tattico e della gestione. E' un vincente, parlano per lui i risultati ottenuti. Cura molto i particolari sia a livello tattico che a livello fisico, cosa molto importante a questo livello calcistico". Inevitabili i paragoni nella Juventus di oggi fra la vecchia e la nuova guida tecnica. "Con Allegri mi trovo benissimo anche perche' con lui ho avuto la possibilita' di smentire che a quattro non potessi giocare - ha precisato Bonucci - Allegri-Conte? Sono due allenatori completamenti diversi. Speriamo che a fine anno possiamo dire che l'unica cosa che li accomuna e' che sono vincenti. Sono convinto che a Torino Conte sara' accolto con applausi perche' ha lasciato tre anni vincenti nella storia della Juventus".

Ultima riflessione di Bonucci su Marco Verratti chiamato contro la Bulgaria a sostituire un suo compagno di club molto importante come Andrea Pirlo.

"Verratti sta dimostrando con il Paris Saint Germain di essere un giocatore importantissimo a livello europeo - ha concluso Bonucci - Alla sua eta' ha anche un vantaggio di non soffrire le pressioni. Noi conoscendo quello che vuole il mister lo aiutiamo con i movimenti che sono un po' diversi da quelli che fa nel Paris Saint Germain. Non c'e' da fare nessun tipo di paragone con Pirlo. Quest'ultimo e' stato ed e' un valore importantissimo per il calcio italiano e quando sta bene sicuramente dara' il suo contributo sia nelle Juventus che nella Nazionale. Verratti sta dimostrando nel Paris Saint Germain ed ha margini di miglioramento per diventare un grandissimo centrocampista centrale".

(ITALPRESS).