17.03.2015 23:40

Atletico Madrid ai quarti,Bayer Leverkusen ko ai rigori

Alla fine gode l'Atletico Madrid. Sono i rigori a regalare ai vicecampioni d'Europa la qualificazione ai quarti di Champions League contro il Bayer Leverkusen, al termine di una partita brutta e spigolosa, giocata piu' sui nervi che sugli schemi, e che l'Atletico aveva rimesso in parita' dopo lo 0-1 in Germania grazie alla giocata di Suarez e alla gentile collaborazione di Toprak dopo 27'. Decisivo l'errore dal dischetto di Kiessling, alta la sua conclusione dopo che Torres aveva infilato l'ottimo Leno, che si era opposto in precedenza a Koke.

Lacrime tedesche, Simeone prosegue il suo cammino. Nonostante l'urlo dei 55mila del Vicente Calderon, e' il Bayer a scattare meglio dai blocchi con Calanhoglu, match winner a Leverkusen, e soprattutto Son (salva Mandzukic quasi sulla linea), mentre Simeone perde Moya' per infortunio dopo una ventina di minuti. Dentro Oblak. L'Atletico fatica da matti anche perche' sulla fasce Cani e Turan non trovano varchi, ma al 27' arriva all'improvviso l'episodio giusto: Suarez, a lungo sognato da Mancini per l'Inter a gennaio, fa partire un sinistro all'apparenza innocuo, ma la traiettoria diventa avvelenata per il tocco di Toprak che spiazza Leno. Perfetta parita'. Gli spagnoli provano a sfruttare l'entusiasmo del pubblico con l'imbucata di Griezmann per Mandzukic, ma il croato e' troppo lento e a Wendell riesce il recupero in extremis. Quindi Suarez trova un'altra deviazione, stavolta per Leno nessun problema. Gioca bene il Bayer: Son lancia Wendell, cross arretrato sul quale e' decisivo Miranda in anticipo su Drmic e Bellarabi.

Con Raul Garcia per Cani l'Atletico, gia' privo degli squalificati Tiago e Godin, rischia di perdere anche Mandzukic per un problema alla caviglia: regge il bomber croato, mentre i colchoneros crescono e il Bayer arretra. Leno suda freddo su Turan e Griezmann, poi e' bravo sul sinistro del turco, quindi Simeone si gioca la carta Torres per evitare i supplementari. Non gli va bene. E' di Kiessling la prima occasione dell'extratime (facile parata di Oblak). Rizzoli non vede una gomitata da rosso di Rolfes a Raul Garcia. Leno e' di nuovo attento su Garcia, servito da Turan. Brividi per il Calderon quando Rolfes, al minuto 110, esplode un gran sinistro, out di poco. Servono i rigori: l'Atletico segna con Griezmann, Suarez e Torres, il Bayer se la gioca fino alla conclusione (altissima) di Kiessling. Lo spettacolo ha lasciato a desiderare, ma alla fine e' giusto cosi'.

(ITALPRESS)