17.03.2015 14:26

Ch.League: Luis Enrique "Non mi fido del City, non sara' facile"

"Non mi fido del City, che e' una candidata alla vittoria finale in Champions League". Lo ha detto il tecnico del Barcellona Luis Enrique alla vigilia del match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Manchester City. All'andata, in Inghilterra, il Barca si e' imposto 2-1. "Sono soddisfatto della gara di Manchester. E' stata dura nel secondo tempo, loro hanno creato diverse occasioni. Anche domani sara' una partita complicata".

Il City ha subito tre sconfitte nelle ultime quattro partite disputate, ma il tecnico del Barca riconosce la vera forza della compagine inglese. "Sono certo che la sconfitta contro il Burnley rendera' il City ancora piu' pericoloso. Oppure potrebbe rappresentare un vantaggio per noi, non lo posso dire con certezza. Cio' di cui sono sicuro e' che il City e' forte e punta a vincere il trofeo. Non guardo troppo alla gara dell'anno scorso, perche' entrambe le squadre sono abbastanza cambiate. Non ci si qualifica giocando bene solo una partita: dobbiamo farlo anche domani e cercare di battere di nuovo il City che non mi sembra per nulla stanco. Sono certo che lotteranno fino alla fine, non diamo nulla per scontato perche' questa gara e' troppo importante per noi" le parole del tecnico blaugrana che ha confermato l'assenza di Sergio Busquets.

"Non ci sara'. Javier Mascherano e' un giocatore diverso, un grande professionista con caratteristiche tutte sue, sempre in grado di fornire ottime prestazioni. Neymar? Il tecnico sono io e la squadra la decido io. Conoscete le mie idee e andro' avanti come ho fatto finora. Un giocatore non puo' essere al 100% durante l'intera stagione, e quindi attraversa momenti migliori e momenti peggiori. Ma in generale sono molto contento per le prestazioni di Neymar. Penso che lui, Messi e Suarez stiano vivendo una grande stagione. Ma non possono tutti sempre segnare delle triplette: le loro prestazioni finora sono state ottime. Sarei felice che Suarez giocasse come all'andata. Cercheremo di creare molte opportunita' da rete, giochiamo in casa e questo ci potrebbe aiutare". Nel City manchera' Clichy, ma ci sara' Yaya Toure'. "Non mi attendo grandi sorprese in termini di formazione, probabilmente giocheranno con due attaccanti e noi dovremo cercare di contenerli. Il possesso palla e' una cosa che vogliamo fare in tutte le partite, perche' significa controllare la partita. Non e' l'unica cosa, ma e' molto importante. Pensiamo solo alla sfida contro il City, di certo non al Clasico" che e' in programma domenica.

"Difenderci troppo sarebbe pericoloso. Vogliamo vincere e giocare meglio dei nostri avversari. Vogliamo battere il City e vedremo se ne saremo capaci. Ci giochiamo l'accesso ai quarti, dobbiamo pensare solo a quello. Si gioca l'intera stagione per gare come questa. Giochiamo in casa, di fronte ai nostri tifosi: ci serve il loro aiuto, che finora non ci e' mai mancato".

(ITALPRESS).