22.02.2015 13:59

Mou ancora furioso contro arbitri "Ora e' troppo"

Il giorno dopo Jose' Mourinho e' ancora infuriato. Ieri il Chelsea e' stato fermato in casa dal Burnley e a fine gara lo Special One si e' limitato a 'dare i numeri': "Ci sono 4 momenti della partita sulla base dei quali potete scrivere la vostra storia: minuti 30, 33, 43 e 69. Non chiedetemi altro".

Il riferimento era a due rigori non concessi ai Blues e ai cartellini risparmiati a Barnes, che poi ha causato l'espulsione di Matic. Oggi, ospite di "Sky Sports News", il tecnico portoghese e' tornato sulla gara e non ha cambiato idea, anzi. "Il problema riguarda gli episodi di cui ho parlato ieri in conferenza stampa. Probabilmente ora rischiero' di non potermi sedere in panchina in occasione della finale di Coppa di Lega perche' domani potrei anche ricevere una squalifica per aver parlato con voi in questo salotto. Il punto e' che gli episodi a noi contrari di cui ho parlato si verificano settimana dopo settimana. Lo so, il calcio e' il calcio e nel calcio qualche volta prendi, qualche volta no. Ma credo che ora sia troppo".

Secondo Mourinho, "i miei giocatori non godono del rispetto che meritano. Questo signore - il riferimento all'arbitro dell'incontro, Martin Atkinson - e' uno dei migliori fischitti in Europa ma anche lui sbaglia e ieri ha commesso 4 errori chiari. Tutti vogliamo la continuita' ma nel modo giusto. Un avvocato puo' essere continuo ma se perde 15 cause su 15, nessuno lo vuole". Mourinho ribadisce di non voler mettere in discussione la buonafede di nessuno "ma se fossimo in una situazione normale, quando a volte hai decisioni a favore, a volte contro, avremmo 12 punti sul Manchester City".

(ITALPRESS)