03.02.2015 19:19

Coppa Africa: Tunisia contro Caf "Faremo un rapporto alla Fifa"

La Tunisia non ci sta ed e' pronta ad andare fino in fondo per "difendere l'immagine del calcio africano". Secondo la Federazione tunisina (FTF) nell'eliminazione della propria nazionale c'e' "la mano della Confederazione del calcio africano" che ha favorito la Guinea Equatoriale, paese che ospita la Coppa d'Africa, nel quarto di finale dello scorso 31 gennaio. Furono i padroni di casa a passare il turno grazie a un rigore (decisamente dubbio e sicuramente generoso) concesso al 93' dall'arbitro e che permise alla Guinea di portarsi sull'1-1 e di andare ai supplementari dove poi trovo' il gol vittoria.

"E' stato piu' di un furto, una vera e propria violenza - le parole del capo della delegazione tunisina e dirigente federale Hichem Ben Omrane -. La Caf ha designato un arbitro che ha favorito apertamente la Guinea Equatoriale. Del resto hanno accettato di organizzare la manifestazione a assumersi certi rischi con la certezza che sarebbero stati comunque sostenuti dalla Caf. Faremo un rapporto alla Fifa con l'obiettivo di mettere fine a certe cose. E' il calcio a perdere e queste macchinazioni non fanno altro che macchiare l'immagine del calcio africano".

(ITALPRESS).