04.11.2014 09:37

Israele: Il derby di Tel Aviv tra Hapoel e Maccabi sospeso

Una pagina nera per il calcio israeliano: il derby di Tel Aviv tra l'Hapoel ed il Maccabi e' stato sospeso ieri in seguito ad incidenti che hanno portato all'arresto di dieci persone.

Tutto e' cominciato al 33' del primo tempo, quando un invasore di campo, a torso nudo, si e' scagliato contro Eran Zahavi, ex Hapoel trasferitosi al Maccabi, che aveva appena realizzato il gol dell'1-1 su calcio di rigore. Il 27enne centrocampista della nazionale israeliana, che dal 2011 al 2013 ha militato nel Palermo, si e' difeso con pugni e calci dall'assalitore, portato poi via con la forza dagli uomini della sicurezza.

Tutto sembrava comunque essere tornato nella norma quando il direttore di gara ha comminato il secondo cartellino giallo a Zahavi, 'reo' di aver reagito con violenza alla rabbia dell'invasore. A questo punto, sugli spalti si e' scatenata una bagarre ed i suppoters del Maccabi sono a loro volta entrati nel terreno di gioco, costringendo l'arbitro a dichiarare conclusa anzitempo la gara. Zahavi e' stato 'scortato' negli spogliatoi dai suo dirigenti e gli oltre 600 tutori dell'ordine presenti hanno faticato a riportare la calma dentro e fuori l'impianto di gioco.

(ITALPRESS).