12.10.2014 17:50

Malta. Ghedin "Male con Norvegia,con l'Italia andra' meglio"

La stampa maltese lo "punzecchia" un po', perche' dopo le buone prestazioni contro Slovacchia e Croazia e' arrivato un passo indietro venerdi' scorso contro la Norvegia.

Pietro Ghedin incassa, ma alla vigilia del match contro l'Italia rassicura la critica, ammettendo che neppure a lui la squadra e' piaciuta nell'ultima esibizione (0-3 con i norvegesi) e assicurando un pronto riscatto gia' domani, quanto meno nella voglia di fare. "Noi siamo qui per fare bene - ha subito detto il ct italiano di Malta in conferenza stampa - a volte la delusione della gente ed anche vostra (riferito ai giornalisti, ndr) e' pure mia e di tutta la squadra. Delle volte facciamo male perche' anche gli avversari possono trovarsi in grande condizione e noi in condizione leggermente inferiore. E' vero, venivamo da due buoni risultati e altrettante buone prestazioni, ma contro la Norvegia abbiamo offerto una gara scadente nei toni, nei modi, in tutto, speriamo di rifarci domani" ha detto Ghedin, che ha comunque difeso i suoi giocatori. "Non sempre si puo' dare il massimo, a volte vanno anche considerati gli avversari, l'esibizione contro i norvegesi non e' stata il massimo come impegno, come cuore, anche se per me i giocatori hanno dato tanto e se non sono riusciti non l'han fatto apposta, evidentemente non potevano fare di piu'. Il lavoro mio e' anche quello di aiutare a fare meglio possibile, se ci riusciamo bene, in caso contrario si dice che manca il cuore, ma penso che la voglia ci sia sempre, ma a volte anche l'avversario ti mette in condizione di non fare bene".

La delusione subita contro la Norvegia ha fatto male psicologicamente a piu' di qualche giocatore maltese, adesso e' compito di Ghedin sollevare il morale in vista dell'Italia, una sfida molto sentita tanto da attirare oltre 17.000 spettatori domani sera al Ta'Qali, lo stadio nazionale. "Stiamo lavorando psicologicamente, qualcuno ha accusato il colpo e stiamo cercando di far qualcosa su questo profilo. Qualcuno dimentica le piccole cose che facciamo, dobbiamo stare sempre in pressione, non bisogna mai mollare. Facciamo tutto quello che possiamo affinche' i ragazzi diano il massimo" ha insistito Ghedin, che ha speso parole di elogio per Antonio Conte. "Non mi pare che a Conte siano state rivolte delle critiche, anzi giudizi positivi. Non credo che Antonio meriti in questo momento un giudizio negativo, anzi gli darei un bel 9". Il tecnico italiano di Malta conosce bene il suo collega di domani, visto che lo ha allenato quando era vice di Zoff agli Europei del 2000 e gia' da allora l'ex centrocampista della Juve evidenziava le sue doti. "Si poteva intuire che sarebbe diventato un ottimo allenatore, il carattere l'aveva. Non lasciava mai nulla al caso e poi e' una persona solare, un ragazzo per bene e un grande uomo, quello che ha fatto fin qui e' tutto meritato".

In conferenza stampa anche tre giocatori maltesi (Zach Muscat, Andrei Agius ed il capitano Michael Mifsud), che hanno assicurato il massimo impegno contro gli azzurri. "Abbiamo dimenticato la gara contro la Norvegia e siamo preparati per la gara contro l'Italia - le parole di Andre Agius, un passato in Lega Pro con il Modena e adesso nella Premier maltese con l'Hibernians -. La Lega Pro non e' al livello della Premier maltese, qui a Malta non c'e' professionismo. Personalmente, se dovesse arrivare un'offerta dall'Italia la valuterei" ha detto, mentre il capitano Michael Mifsud ha lanciano un appello ai tifosi. "Ci siamo preparati dopo la non bella prestazione contro la Norvegia, abbiamo visionato i video in modo da affrontare l'Italia meglio possibile, chiedo ai tifosi di venire allo stadio e sostenerci".

(ITALPRESS)